Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

San Vito Chietino, rimossa la targa in ricordo dei caduti di Nassiriya

Olivieri (Fdi): un gesto che mostra disprezzo per i valori della Patria

San Vito chietinoSAN VITO CHIETINO - Rimossa la targa in ricordo dei caduti di Nassiriya. Lo sostiene, in una nota, GIanni Olivieri, presidente del circolo territoriale “Nino Sospiri” di Fratelli d'Italia (Fdi) a San Vito Chietino.
"Ecco il vero volto degli amministratori di San Vito Bene Comune, - dichiara - la protervia e il disprezzo per i valori della Patria e la memoria di chi ha perso la vita nelle missioni di pace, si esprime nel vuoto che hanno lasciato lì dove era stata collocata la targa in ricordo delle vittime di Nassiriya".
"Dopo la delibera del maggio 2021 - continua il presidente Fdi - con la quale la giunta comunale, con una strumentale motivazione di carattere burocratico, aveva cancellato l’intitolazione di “Largo caduti di Nassiriya”, ora, ad un mese dalle prossime elezioni comunali, l’amministrazione rimuove la targa che,
finora, anche a seguito delle manifestazioni di protesta di Fratelli d’Italia e degli esposti, aveva resistito". "E' uno spregio della legge n.162/2009 - conclude Olivieri - che ha istituito il Giorno della memoria dei militari italiani caduti per la pace, individuandolo nella giornata del 12 novembre, proprio in concomitanza del più
grave attentato terroristico subito dall’Italia dal dopoguerra in cui persero la vita 28 persone di cui 19 gli italiani : 12 carabinieri, 5 militari dell’esercito e 2 civili. Naturalmente, non resteremo inermi di fronte a questo ennesimo atto vergognoso, nella speranza che il 12 giugno prossimo i cittadini sanvitesi sfrattino costoro dal Comune per dimostrata indegnità"

 

 

 

 

 

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi