Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Fossacesia, ex scuola media diventa Casa di comunità sanitaria

Andrà a sostituire il distretto sanitario grazie ai fondi Pnrr

La vecchia scuola mediaFOSSACESIA - La vecchia scuola media di via Marina diventa Casa di comunità sanitaria. E' la proposta avanzata dall'amministrazione comunale di Fossacesia al direttore generale della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, Thomas Schael, con il quale è stata avviata un'importante trattativa, che sta per concludersi con gli esiti sperati. L'iniziativa è stata possibile perché rientrata nel più vasto progetto della Regione Abruzzo che, grazie ai fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), prevede la riorganizzazione dell'assistenza sanitaria territoriale in ciascuna Asl con nuovi ospedali e case di Comunità. Quest'ultime andranno a sostituire i distretti sanitari.

"Abbiamo lavorato molto in questi mesi – racconta il sindaco, Enrico Di Giuseppantonio, - tra riunioni, incontri, sopralluoghi con il direttore generale Schael per poter inserirci con una proposta seria e costruttiva nel progetto di riorganizzazione sanitaria, proponendo alla Asl2 la cessione dello stabile dell'ex scuola media di 930mq". La candidatura è nata per soddisfare una "sempre crescente domanda per una migliore assistenza sanitaria da parte dei nostri cittadini e di quelli dei centri vicini". "La struttura - prosegue Di Giuseppantonio - dove ora si trova il distretto sanitario di Fossacesia non è più in grado di far fronte alle richieste di servizi di medicina generale anche perché il comune, negli ultimi anni, ha visto crescere il numero di abitanti e le presenze turistiche".
In questo modo anche le altre strutture sanitarie del Frentano potranno trarne vantaggio perché la Casa di comunità farà parte di una nuova rete che la Regione e la Asl stessa stanno mettendo a punto. "Infatti, la nostra Casa di comunità, - conclude il sindaco Di Giuseppantonio- insieme alle altre previste sul territorio, si raccorderà con quella principale di Lanciano".
Tra i servizi offerti: cure primarie erogati attraverso équipe multidisciplinare, assistenza domiciliare di livello base, specialistica ambulatoriale per le patologie ad elevata prevalenza, servizi infermieristici, Cup, programma di screening, per il collegamento con l'hub di riferimento, servizi diagnostici, area prelievi e vaccinazioni, attività consultoriali. L'amministrazione comunale sta valutando anche la possibilità di associare alla struttura l'area dei servizi sociali del Comune.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi