Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Torino di Sangro, sequestrato tratto di arenile occupato abusivamente

Attività di controllo della Guardia Costiera di Vasto

Militari della Guardia Costiera sequestrano le strutture sull'arenileTORINO DI SANGRO - Questa mattina personale del Nucleo operativo di Polizia ambientale della Guardia Costiera di Vasto, nell’ambito delle ordinarie attività di controllo sul litorale di giurisdizione finalizzate a garantire il rispetto delle norme vigenti in materia demaniale marittima, ha accertato, in località Torino di Sangro, la presenza di diverse strutture ed arredi depositati abusivamente sull’arenile.

L’occupazione illecita consisteva nel posizionamento di due strutture prefabbricate, una torretta di salvataggio, una passerella e delle pedane in legno, che facevano parte di una concessione stagionale, il cui concessionario aveva l’obbligo, al termine della stagione estiva, e quindi a partire dalla seconda decade del mese di settembre, di ripristinare l’area lasciando la spiaggia liberamente fruibile.
Constatato l’illecito, i militari hanno informato la competente Procura della Repubblica e proceduto al sequestro dell’area occupata per un totale di circa 264 mq.

Tale operazione rientra nelle attività condotte dalla Guardia Costiera per prevenire e contrastare l’occupazione abusiva di tratti di arenile da parte di soggetti che, senza averne titolo, le trasformano di fatto in spiagge private, sottraendole alla libera fruizione. La Guardia Costiera di Vasto proseguirà l’attività di pattugliamento e controllo su tutto il litorale di giurisdizione al fine di verificare la sussistenza di ulteriori condotte illecite a tutela dell’ambiente marino costiero e del pubblico uso del demanio marittimo.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi

     
     

    Chiudi
    Chiudi