Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Torino di Sangro piange la scomparsa di Erich Gargerle: "Ha dato lustro al nostro paese"

L’artista tedesco da oltre quarant’anni aveva un profondo legame con l’Abruzzo

Gargerle nel suo studio a Torino di SangroLa comunità di Torino di Sangro è in lutto per la scomparsa di Erich Gargerle, artista tedesco che, dopo aver scoperto quasi per caso questa parte dell'Abruzzo, l'aveva eletta a sua seconda casa. E così, dalla fine degli anni '70, l'amore per Torino di Sangro, paese fortemente caratterizzato dalla musica, è cresciuto sempre più. Ed è cresciuto il legame con tutti i torinesi, che ne hanno conosciuto l'arte e le qualità umane. Tra momenti musicali e opere d'arte, Gargerle ha lasciato una profonda traccia nel paese, dove tutti lo chiamavano "Erich lu tedesche", di cui era diventato cittadino onorario.

La notizia della sua scomparsa, il 21 agosto a Monaco, si è presto diffusa tra i torinesi. Oggi l'amministrazione comunale ha voluto salutarlo con un messaggio, in attesa di potergli dare l'ultimo saluto.

Un quadro di Gargerle nel complesso monumentale di San Felice

"Come sicuramente saprete, qualche giorno fa è venuto a mancare un grande amico di tutta la nostra comunità - scrivono il sindaco Nino Di Fonso -. Siamo tutti visibilmente scossi perchè Erich oltre ad essere un immenso artista, è stato un grande uomo che con umiltà e talento ha dato lustro al nostro piccolo paese. È nostro dovere ricordarlo con affetto, con il sorriso che lo ha sempre contraddistinto. Ci stringiamo fortemente alla sua famiglia". 

La funzione religiosa "si svolgerà in data da destinarsi, appena il caro Erich tornerà a casa a riposare a Torino di Sangro", si legge nel manifesto funebre. 

In un servizio realizzato da Don Gustave Kileya c'è l'intervista in cui Gargerle, in occasione di un concerto d'archi a Torino di Sangro, raccontava del suo legame con l'Abruzzo.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi