Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vaccini anti Covid, a Fossacesia in 400 si sono fermati alle prima dose

Da aprile 2650 dosi somministrate alla Palestra Polivalente di Fossacesia

Sono 2650 le dosi di vaccino anti Covid somministrate da aprile scorso all’ultimo fine settimana del 17 e 18 luglio nel Centro vaccinale allestito dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Asl Lanciano-Vasto-Chieti, nella Palestra Polivalente di Fossacesia.

“Si tratta di un buon risultato, anche se all’appello mancano ancora tanti cittadini dei nostri comuni, quali Fossacesia, Mozzagrogna, Rocca San Giovanni e Santa Maria Imbaro – affermano i sindaci, Enrico Di Giuseppantonio, Tommaso Schips, Giovanni Di Rito e Maria Giulia Di Nunzio –. Nonostante gli appelli, gli sforzi compiuti da noi, dalla Direzione Sanitaria, dai medici, infermieri e dai volontari della Protezione Civile Comunale per favorire la presenza nell’impianto degli utenti, non tutti hanno risposto al nostro invito a prenotarsi e immunizzarsi”.

“Nella nostra città, ad esempio, - dice Di Giuseppantonio - risulta che 400 persone devono ancora sottoporsi a seconda vaccinazione. Un dato che emerge all’indomani delle 424 inoculazioni, tra vaccini Pfizer e Moderna, eseguiti tra sabato (190 vaccini) e domenica scorsi (234 dosi somministrate) –. Valuteremo con la Asl2 Abruzzo il da farsi e stabiliremo insieme alla Direzione quando promuovere altre giornate di apertura della Palestra Polivalente - conclude - proprio per riuscire a vaccinare tutti i cittadini che ancora non si sono presentati”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi