Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Atessa   Cronaca 06/05

All’alba si schianta con l’auto e rifiuta l’esame tossicologico, denunciato 36enne di Atessa

Il veicolo è stato posto sotto sequestro

Nella mattinata di ieri, 5 maggio, alle 6 circa, la pattuglia del Comando Stazione di Scerni è intervenuta ad Atessa a seguito di un incidente in contrada San Luca.

Un solo veicolo coinvolto, una Seat Leon grigia il cui conducente, dopo aver effettuato una leggera curva a sinistra, in tratto di strada rettilineo, ha perso il controllo andando a collidere prima contro un palo della Telecom, poi contro un muretto dove erano collocati alcuni contattori del gas metano per poi  terminare la corsa con ingenti danni al veicolo.

Sul posto, oltre ai carabinieri di Scerni, è intervenuta la pattuglia del Radiomobile di Atessa per gestire la viabilità durante i rilievi del sinistro e i Vigili del Fuoco di Lanciano che hanno provveduto a mettere in sicurezza i contattori del gas rimasti danneggiati nell’impatto.

Alla guida del veicolo T.D.L, 36enne di Atessa, rimasto illeso, persona già nota ai militari che, a marzo 2021, gli avevano notificato un provvedimento di revoca della patente di guida emesso dalla Prefettura di Chieti. L’uomo, che mostrava una chiara sintomatologia riconducibile all’assunzione di sostanze stupefacenti, invitato a sottoporsi ad esame tossicologico, ha rifiutato l’accertamento. In relazione a ciò la persona è stata denunciata in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Lanciano, per guida senza patente con recidiva nel biennio e per essersi rifiutato di sottoposi agli accertamenti tossicologici. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro.       

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi