Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


16 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Pesca illegale di ricci di mare, due uomini sanzionati a San Vito Chietino

L’operazione della guardia di finanza di Pescara

Ammonta a 4.500 euro la sanzione per gli uomini sorpresi a pescare illegalmente ricci di mare sul litorale di San Vito Chietino. Per i due, provenienti dalla Puglia e fermati lo scorso fine settimana nel corso di alcuni controlli, disposto anche il sequestro del pescato e dell'attrezzatura da sub. È il bilancio delle attività dei militari della Guardia di finanza della Stazione Navale di Pescara, impegnati nelle attività di controllo nel settore ambientale a contrasto delle condotte illecite e a tutela dell'ecosistema marino.

"L'intervento, scattato intorno alle 02.00 – si legge nel comunicato stampa - ha consentito ai militari di cogliere in flagranza i trasgressori e verbalizzarli poiché intenti ad effettuare la pesca subacquea in zone e tempi vietati, eccedendo altresì il quantitativo minimo di pescato consentito. Ai due soggetti sono state comminate sanzioni amministrative per un importo di 4.500 euro, oltre al sequestro del pescato, delle bombole e dell'attrezzatura da sub.

I ricci di mare posti sotto sequestro - spiegano - sono stati prontamente ispezionati dal medico del Servizio Veterinario competente, allertato per l'occasione, che ne attestava lo stato di idoneità al consumo umano e pertanto sono stati rigettati in mare e restituiti così al loro habitat naturale. I trasgressori sono stati inoltre sanzionati per violazione alle norme imposte dal Governo in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi