Di Giuseppantonio: "Niente imposta di soggiorno per i turisti che verranno a Fossacesia"

La decisione dell’amministrazione comunale

"Come avvenuto negli anni scorsi, Fossacesia non introdurrà l’imposta di soggiorno a carico di chi pernotta in una struttura ricettiva della nostra città". Il sindaco Enrico Di Giuseppantonio e l'amministrazione confermano la scelta, già fatta in passato, di non applicare la tassa a chi sceglierà le strutture di Fossacesia durante l'estate. 

"La nostra amministrazione, pur nella consapevolezza che la nostra località è tra le tante più gettonate della Costa dei Trabocchi, ritiene poco opportuno, ad oggi, introdurre qui a Fossacesia l'imposta – precisa il sindaco Di Giuseppantonio – anche se, a fronte dei continui tagli che i Comuni subiscono a causa dei mancati trasferimenti da parte di Stato e Regione, anche al nostro Ente farebbe comodo avere nelle proprie casse qualche soldo in più da utilizzare per i servizi. Tanto più che il turismo è stato duramente colpito dagli effetti provocati dalla diffusione del Coronavirus".

Il primo cittadino motiva questa scelta come "un modo giusto per incentivare il settore turistico, sul quale scommettiamo tutti perché attraverso di esso vi potrà essere una veloce ripresa post pandemica. Nostro interesse è favorire nuovi investimenti, mantenendo il trend che stiamo registrando negli ultimi anni con nuove aperture di attività ricettive e commerciali. Vedremo il prossimo anno cosa succederà per quanto riguarda le risorse che lo Stato dovrà trasferire soprattutto ai Comuni turistici.

Fossacesia -conclude il sindaco - è tra i comuni italiani che subisce una decisione iniqua da parte dello Stato: una parte dell'IMU sulle seconde case viene tolta a noi per trasferirla  nel cosiddetto Fondo di Solidarietà destinato ai comuni che hanno meno entrate. Un'autentica ingiustizia, che crea problemi soprattutto nei servizi pubblici durante il periodo turistico. Mi auguro che almeno questo Governo metta fine ad un modo davvero ingiusto portato avanti nella gestione di questa  tassa pagata dai cittadini".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi