Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 agosto 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

"Il Pirata" della discordia, Di Giuseppantonio chiarisce la posizione del Comune

Intanto lo stabilimento è stato posto sotto sequestro dall’autorità giudiziaria

“Al sindaco non spetta il compito di revocare o concedere una concessione balneare, il consiglio comunale approva un piano spiaggia e a Fossacesia ci siamo sempre mossi nel pieno rispetto delle regole”. Così il sindaco Enrico Di Giuseppantonio risponde alle polemiche che in questi giorni hanno interessato Fossacesia e la sua amministrazione a causa del costruendo stabilimento balneare “Il Pirata” reo, secondo il coordinamento Tu Vi.Va., di aver gettato cemento praticamente sul bagnasciuga per la realizzazione della struttura [LEGGI QUI].

“Saranno gli organi competenti a valutare l’accaduto, ma di sicuro tutto è stato fatto seguendo le norme. - afferma Di Giuseppantonio - E nel rispetto delle regole, io non posso che fare il mio plauso ad un giovane che, oggi, vuole investire sul turismo del nostro territorio”. E a tutti quelli che definisce “leoni da tastiera”, ricorda il suo impegno per l’ambiente e si riserva di agire per vie legali contro quanti hanno diffamato lui, il suo operato e l’amministrazione di Fossacesia.

 

Intanto i lavori, così come richiesto proprio dal Comune di Fossacesia, sono stati sospesi ed il cantiere è stato poi posto sotto sequestro, in attesa delle indagini del caso sulla legittimità delle autorizzazioni richieste.

Guarda il video

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi