Mutui agevolati e progetto "Old School": così il Comune di Fallo contrasta lo spopolamento - Dall’amministrazione un "segnale forte che freni l’abbandono dei piccoli centri"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


17 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Fallo   Attualità 30/11/2020

Mutui agevolati e progetto "Old School": così il Comune di Fallo contrasta lo spopolamento

Dall’amministrazione un "segnale forte che freni l’abbandono dei piccoli centri"

Lo spopolamento dei piccoli comuni montani in Abruzzo continua inesorabilmente. Negli ultimi 5 anni, infatti, la popolazione residente è passata da 1.331.574 abitanti (dato Istat del 1/1/2015) a 1.305.770 (dato del 1/1/2020), con una drastica diminuzione dell'1,94% della popolazione. Spopolamento dettato da molteplici fattori: dalle scarse possibilità lavorative all'assenza di alcuni servizi essenziali, passando per i problemi legati ai trasporti che rendono spesso difficile il collegamento con i centri abitati più grandi.

Per contrastare questo fenomeno che rischia di condannare all'abbandono i comuni montani, le amministrazioni comunali dei piccoli centri stanno promuovendo alcune iniziative mirate ad incentivare gli insediamenti di nuovi residenti. È il caso del Comune di Fallo (circa 130 abitanti), la cui giunta nei giorni scorsi ha "votato all'unanimità un regolamento che introduce l'abbattimento degli interessi passivi sui mutui da erogare a giovani coppie che intendono ristrutturare o acquistare casa all'interno del Comune di Fallo. Tale regolamento è rivolto sia alle coppie residenti a Fallo, sia ai nuclei familiari che intendono trasferirvi la propria residenza. L'amministrazione comunale conscia delle difficoltà che le giovani coppie hanno ad accedere alle forme di prestito per la ristrutturazione o l'acquisizione della prima casa, ha voluto con un atto tangibile e nel limite del proprio bilancio dare un sostegno che consiste nell'abbattimento totale degli interessi passivi che graveranno sui mutui per 20 anni e fino ad un massimo di mutuo erogato di € 100.000,00. Nel corso del dibattito è emersa la forte volontà da parte dell'amministrazione intera (maggioranza e minoranza), di dare un segnale forte e che freni il drammatico spopolamento dei nostri piccoli centri".

"Questo regolamento - spiegano - fa seguito ad un altro regolamento, parimenti votato all'unanimità, per la riacquisizione, anche coatta, di tutti quei beni abbandonati nel corso degli anni a causa della forte emigrazione verso l'estero che ha subito questo Comune nel primo dopoguerra. Tale atto permetterà all'amministrazione di ridare a parte di questi beni la propria funzione naturale, e di trasformarne altri in volano per l'economia locale, tramite il progetto 'Fallo Old School'. Un progetto nato dal basso proposto dalla comunità finlandese residente a Fallo, ed accolto con molto interesse dalla popolazione e dal Comune. Questa idea ha permesso la creazione di una Comunità di Progetto di rigenerazione urbana grazie ad un bando emanato dal GAL Maiella Verde. Tale iniziativa si fregerà fra le altre della collaborazione dell'Ente Scuola Edile di Chieti il cui direttore, Giacobbe Palmerio, ha accolto con entusiasmo l’iniziativa".

"Il progetto 'Fallo Old School' consiste in una scuola di antichi mestieri per turisti per lo più provenienti dal Nord Europa e da paesi di lingua anglofona - affermano -. La scuola sarà divisa in corsi, tra cui corso di muratura con la lavorazione della pietra così come tramandato dalla tradizione locale, corso di antica tessitura, corso di coltivazione di antiche varietà ortive della zona, corso di cucina con preparazione di piatti della tradizione e vari laboratori di arte. L'obiettivo della Comunità di Progetto è partire con una prima Summer School nel mese di giugno 2021. Tali iniziative sono d'importanza vitale per la rinascita e la sopravvivenza di questi piccoli borghi, quindi l'amministrazione comunale sta ponendo in essere tutte le iniziative che possono supportare le idee che vengono dalla popolazione, consci che l'amministrazione partecipata sia la carta vincente per risollevare questo piccolo borgo".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi