Ospedale di Atessa, Schael: "Nessuna accusa dei Nas, basta polemiche" - A breve nuovo percorso ad hoc per ingressi Covid
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Atessa   Attualità 19/11

Ospedale di Atessa, Schael: "Nessuna accusa dei Nas, basta polemiche"

A breve nuovo percorso ad hoc per ingressi Covid

Non c'è alcun atto d'accusa dei Nas sul Pronto soccorso di Atessa, e questo conta, non le opinioni personali espresse a vario titolo. Perciò è ora di finirla con polemiche quotidiane finalizzate a tenere sempre acceso il fuoco della contestazione a ogni costo. Quanto ai disagi per le attese all'aperto, finiranno con l'installazione di container già chiesti alla Protezione civile”: il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, interviene per fare il punto sull'ospedale e sulle azioni che saranno intraprese entro pochi giorni.  

“È in dirittura d'arrivo la procedura per l'aggiudicazione della gara per i lavori di ristrutturazione del Pronto soccorso e per la realizzazione di un ingresso Covid-19 separato nell'area dell'ex Poliambulatorio, finanziati con i 200 mila euro messi a disposizione dalla Regione Abruzzo - aggiunge -. Martedì prossimo scade il termine per la presentazione delle offerte e nella stessa giornata si procederà all'apertura delle buste. Occorreranno pochi giorni per la valutazione e l'affidamento, tutto l'iter sarà caratterizzato da tempi stretti, così da poter dare avvio ai lavori nei primi giorni di dicembre. Nel capitolato è stato posto il termine di 60 giorni per il completamento dell'opera, ma alle ditte partecipanti è stato chiesto di offrire un ribasso anche sui tempi di consegna, oltre che sulla parte economica, pertanto speriamo in una riduzione dei tempi. Al fine di liberare l'area cantiere e non intralciare i lavori, assolutamente prioritari, il drive-in resterà attivo fino a sabato 29 novembre. La realizzazione del percorso separato al Pronto soccorso risolverà in modo stabile e strutturato il problema degli utenti in attesa del loro turno, che però in via temporanea sarà sanato con i container, richiesti ai primi di novembre, decisamente più idonei e salubri di una tenda. La scelta di includere l'ospedale di Atessa nella rete Covid-19 produce quindi ancora un risultato positivo, - conclude Schael - che si aggiunge alla massiccia ristrutturazione già portata a termine nei mesi scorsi grazie alle donazioni. Il “San Camillo” è stato oggetto di investimenti come mai negli ultimi 15 anni e restituito alla comunità completamente rinnovato, anche nella dotazione di tecnologie avanzatissime, mai viste prima. Con la ristrutturazione dell'Endoscopia e del Pronto soccorso avremo completato un intervento di cui tutto il territorio può essere orgoglioso”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi