Viale San Giovanni in Venere, nuova riunione per l’abbattimento degli alberi - Presentato alla Regione progetto da 4 milioni per la sistemazione dei marciapiedi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Viale San Giovanni in Venere, nuova riunione per l’abbattimento degli alberi

Presentato alla Regione progetto da 4 milioni per la sistemazione dei marciapiedi

Nuova riunione tra il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio e l’assessore ai Lavori Pubblici, Danilo Petragnani, e il vice presidente della Provincia di Chieti, Arturo Scopino e il responsabile del Servizio Manutenzione Stradale dell’ente, Pasqualino Scazzariello, per parlare nuovamente della messa in sicurezza del viale alberato di San Giovanni in Venere.

La Provincia ha competenza sui 1.600 metri che collegano il centro città con l’area monumentale di San Giovanni in Venere che, in questi giorni, ha avuto parere favorevole della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le province di Chieti e Pescara con il quale, di fatto, si autorizza l’abbattimento di 29 alberi lungo il viale. La Provincia di Chieti, dopo le sollecitazioni di Di Giuseppantonio, era giunta a questa determinazione sulla base di una serie di indagini svolte nel febbraio scorso, commissionate alla Res Agraria di Tortoreto Lido (Teramo), dalla quale erano emersi “segni, sintomi o gravi difetti che fanno ritenere che il fattore di sicurezza naturale degli stessi sia esaurito e che dunque, per ragioni di sicurezza, vanno abbattute“.

La Provincia, quindi, s’appresta a procedere al taglio e, al contempo, alla ripiantumazione di nuove piante lungo il viale. Inoltre, dovranno essere sottoposti a trattamenti altri 205 esemplari di alberi che necessitano di potature e cure. “Dopo anni di sollecitazioni, siamo a una svolta importante – affermano Di Giuseppantonio e Petragnani -. Non è da oggi che la nostra Amministrazione, affiancata spesso nella sua azione dai Padri Passionisti, custodi dell’Abbazia, e da associazioni, chiede interventi urgenti per mettere in sicurezza il viale, che è fondamentale per l’accesso a San Giovanni in Venere. Abbiamo dovuto far fronte a varie emergenze causate dalla caduta di alberi per il maltempo e solo per mera fortuna non si sono registrate gravi conseguenze a persone e cose. Per questi motivi ringraziamo la Provincia per aver dato seguito alle nostre istanze" . Aggiungo - precisa Di Giuseppantonio - che in questi giorni ho incontrato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, per sottoporgli un progetto da noi commissionato nel 2016, per la sistemazione dei marciapiedi del viale con il quale agevolare l’accesso all’Abbazia. La spesa prevista è di 4 milioni di euro. San Giovanni in Venere è innanzitutto un luogo di culto ed anche una delle aree monumentali più importanti d’Italia, le visite crescono di anno in anno, così come il numero di coloro che la scelgono per celebrare matrimoni o comunioni e dunque è necessario reperire i finanziamenti per valorizzazione il viale, spesa che come Comune non potremmo sostenere”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi