Incendi, Borrelli chiede l’istituzione di un nucleo nazionale investigativo - L’intervento del sindaco di Atessa dopo gli ultimi episodi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Atessa   Attualità 03/09/2020

Incendi, Borrelli chiede l’istituzione di un nucleo nazionale investigativo

L’intervento del sindaco di Atessa dopo gli ultimi episodi

L'incendio di domenica scorsa tra Atessa e TornareccioUn nucleo nazionale investigativo antincendi composto dalle diverse forze di polizia e diretto da un magistrato. A proporne l'istituzione è il sindaco di Atessa, Giulio Borrelli. Il suo intervento arriva dopo l'ultimo week end di agosto che ha fatto registrare diversi gravi roghi in tutto il territorio abruzzese: San Salvo, Punta Penna a Vasto, Pescara e, non ultimo, in un territorio tra Atessa, Tornareccio e Carpineto Sinello

"Ogni anno – dice Borelli – il territorio è al centro di incendi, che a volte sono stati anche devastanti. Gli incendi della stagione estiva, che puntualmente si verificano, provocano grandi danni al patrimonio ambientale, mettono a rischio la vita delle persone, e richiedono un grande impiego di risorse economiche e di mezzi. Nella stragrande maggioranza di casi, non sono calamità naturali e ineluttabili. Penso ai plurimi roghi di questi giorni in Sicilia, a Pescara, all'assalto alla riserva di Punta Penna a Vasto e ad altri innumerevoli episodi. Sono tutti scempi compiuti dalla mano dell’uomo. Sono misfatti che non possono più restare impuniti. È sempre difficile scovare coloro che appiccano il fuoco, ma proprio per questo è ora di pensare di istituire un nucleo nazionale investigativo antincendi, composto dalle diverse forze di polizia, con le sue diramazioni territoriali, diretto da un magistrato e che si dedichi alla individuazione e alla cattura dei criminali che distruggono interi habitat naturali e mettono a rischio le nostre comunità".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi