"Definire le prospettive future", la Fim chiede incontro alla Sanmarco Industrial - C’è preoccupazione per il futuro dei posti di lavoro in Val di Sangro

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Atessa   Attualità 02/09

"Definire le prospettive future", la Fim chiede incontro alla Sanmarco Industrial

C’è preoccupazione per il futuro dei posti di lavoro in Val di Sangro

La Fim ha chiesto un incontro urgente alla direzione aziendale Sanmarco Industrial per definire le prospettive future del sito produttivo di Atessa. È questa la richiesta che la Fim ha fatto alla direzione aziendale Sanmarco Industrial  proponendo un incontro urgente.

“Dopo le dichiarazioni pre-feriali di esubero di oltre la metà degli attuali dipendenti riteniamo doveroso che l’azienda presenti un piano industriale serio e realizzabile, non rimandabile, con l’obiettivo di portare nuove lavorazioni così come da impegni presi nel momento in cui il gruppo Scattolini acquistò per il tramite del curatore fallimentare, la Sanmarco s.p.a. Il nostro primario interesse - dice il sindacato in una nota - resta quello di scongiurare un dramma sociale per le famiglie della suddetta e per il territorio, a tal riguardo vogliamo ricordare alla Direzione aziendale che i lavoratori nel passaggio alla nuova azienda dovettero rinunciare a una significativa parte della retribuzione di secondo livello, con la speranza, così come dichiarato al curatore fallimentare, che l’azienda potesse dare prospettive future anche ai figli dei dipendenti”.

Nel frattempo invece, l’azienda non solo non ha portato nuove lavorazioni, ma ha delocalizzato verso altri stabilimenti del gruppo prodotti che in passato venivano costruiti ad Atessa. “Questo silenzio assordante dei vertici aziendali lascia presagire che non stia lavorando per gli intenti auspicati e i lavoratori della Sanmarco dopo diversi fallimenti alle spalle meritano dignità lavorativa e non essere legati ad ammortizzatori sociali, che tra l’altro stanno per esaurirsi. “Riteniamo pertanto - conclude la nota - indispensabile aprire un tavolo permanente, al fine di determinare un piano industriale che a nostro parere deve prevedere la salvaguardia degli attuali livelli occupazionali”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi