Sub in immersione scopre ordigni della Seconda Guerra Mondiale nel mare di Fossacesia - Interdetta l’area
Scopri di più CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Fossacesia   Cronaca 30/07

Sub in immersione scopre ordigni della Seconda Guerra Mondiale nel mare di Fossacesia

Interdetta l’area

Gli ordigni sul fondale marinoUn sub in immersione stamattina nel mare prospiciente località Fosso Palazzo, a Fossacesia Marina, ha scoperto casualmente alcuni ordigni risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. Della scoperta sono state immediatamente avvertite la capitaneria di porto di Ortona e la prefettura di Chieti. La capitaneria ha emanato un'apposita ordinanza con la quale è stato interdetto il tratto del rinvenimento per un raggio di 200 metri e predisposta l'apposita segnaletica.

"Sono scattate immediatamente tutte le procedure di sicurezza previste – spiega il sindaco Enrico Di Giuseppantonio – Ringrazio Antonio Bellini, il sub che in immersione ha notato la presenze delle bombe. Ho subito interpellato la prefettura e sulla base delle indicazioni ricevute anche dalla capitaneria, ho emesso una ordinanza che vieta la sosta, il transito e qualsiasi altra attività sia lungo la spiaggia che in mare per turisti, villeggianti e cittadini. Si tratta di ovvie e necessarie precauzioni in attesa che si proceda quanto prima alla rimozione degli ordigni, in modo che si si possa riprendere tanto le frequentazioni della spiaggia libera lì presente che su quelle in gestione. Siamo alla vigilia di agosto e Fossacesia Marina vedrà crescere ulteriormente la presenza di bagnanti sul suo litorale". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi