Fara San Martino, nella chiesa di San Remigio consacrato il nuovo altare - Rinnovato il presbiterio grazie alla donazione di Nicola Verna
Scopri di più CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Fara San Martino, nella chiesa di San Remigio consacrato il nuovo altare

Rinnovato il presbiterio grazie alla donazione di Nicola Verna

Nel giorno della festa della Madonna del Carmine, la comunità parrocchiale di San Remigio Vescovo a Fara San Martino, ha partecipato alla cerimonia di consacrazione del nuovo altare della chiesa. Grazie alla donazione dell'ingegner Nicola Verna, in memoria della moglie Sandra Del Principe, è stato possibile procedere ad un'opera di adeguamento liturgico del presbiterio, su impulso del parroco Don Matteo Gattafoni e seguendo le disposizioni della Chiesa. Sono stati realizzati un nuovo altare, di forma cubica, e il nuovo ambone, oltre al rinnovo della sedia del presidente dell'assemblea e del candelabro per il cero pasquale. La celebrazione di consacrazione dell'altare è stata presieduta dall'arcivescovo di Chieti-Vasto, monsignor Bruno Forte. 

La progettazione è stata curata dall'architetto Aldo Cianfarani. Ai lavori di adeguamento liturgico hanno preso parte il marmista Carlo Cianfarani e figli, i falegnami Giuseppe Di Cecco e figli, l'elettricista Antonio Rosato e la ditta edile Franco Di Marino. È stato proprio l'architetto Cianfarani ad illustrare i lavori, spiegando come ogni dettaglio progettato e realizzato trasmetta un messaggio liturgico.

Guarda il video Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi