Fossacesia ricorda le vittime del sisma aquilano - Sindaco e giunta fuori dal palazzo comunale, 11 anni dopo il terremoto
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Fossacesia ricorda le vittime del sisma aquilano

Sindaco e giunta fuori dal palazzo comunale, 11 anni dopo il terremoto

Seppur distanti, Fossacesia e L’Aquila si sono ritrovate ieri sera strette in un unico pensiero: ricordare le vittime del sisma del 6 aprile 2009. Il sindaco Enrico Di Giuseppantonio, insieme ai componenti della giunta comunale: Maria Angela Galante, Giovanni Finoro, Maura Sgrignuoli e Danilo Petragnani, si sono ritrovati a tarda serata davanti alla sede del palazzo comunale e hanno acceso una candela in ricordo di quanti perirono nel terribile terremoto. Un abbraccio che ha avuto anche un altro significato: quello di ricordare le vittime del Coronavirus.

Fossacesia è stata sempre vicino alla città capoluogo. La Giunta ha infatti deliberato di intitolare “piazzale L’Aquila”, l’ampia area presente fra una delle principali strade del centro cittadino, ossia via Bachelet ed il parco Bucciante, alla comunità aquilana.

La cerimonia si sarebbe dovuta tenere in queste settimane con la partecipazione del primo cittadino dell’Aquila, Pierluigi Biondi, ma è stata rinviata quando la situazione sanitaria provocata dal Covid 19 lo permetterà.

Alla manifestazione di ieri sera è stato presente anche il consigliere comunale Umberto Petrosemolo, responsabile dei Volontari della Protezione Civile di Fossacesia, che undici anni fa fu tra i primi gruppi a fornire aiuto nell’ambito di tutti gli interventi attuati dalla Protezione Civile Nazionale. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi