Fiom proclama lo stato di agitazione di tutti i lavoratori metalmeccanici di Abruzzo e Molise - "Agire per la tutela della salute dei lavoratori che non possono fermarsi"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


8 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Atessa   Attualità 13/03

Fiom proclama lo stato di agitazione di tutti i lavoratori metalmeccanici di Abruzzo e Molise

"Agire per la tutela della salute dei lavoratori che non possono fermarsi"

Uno stabilimento industriale del territorioSono diverse le notizie che in questi giorni si sono susseguite riguardo alle richieste dei sindacati in merito alle attività svolte nelle aziende dove, in molti casi, era difficile o quasi impossibile prendere le giuste misure di sicurezza contro il coronavirus. Dopo la decisione dell’11 di marzo di chiudere gli stabilimenti Sevel fino al 15, la FIOM “proclama lo stato di agitazione dei metalmeccanici di tutti i settori e attività in modo da coprire i lavoratori in tutte quelle situazioni di mancanza di sicurezza per lo svolgimento dell’attività lavorativa”

Ricordando anche che “ci sono tantissime aziende non sindacalizzate dalle quali nessuno avrà mai nessun riscontro. Nel comunicato emanato stamattina, le richieste sono molto chiare:

“La FIOM Abruzzo Molise chiede una moratoria sui licenziamenti e che vengano utilizzati gli ammortizzatori sociali e agli organi competenti (ASL, Carabinieri, Prefetture e Regioni) di effettuare i sopralluoghi nelle aziende produttive per verificare se vengono rispettate le norme di sicurezza per contrastare il COVID-19”.

In conclusione, nel comunicato si legge: "Qualora le condizioni di sicurezza non fossero previste o attuabili Insieme ai nostri Rappresentanti Sindacali dichiareremo lo sciopero a tutela della salute dei lavoratori".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi