Sicurezza Sp San Vito-Lanciano, i cittadini raccolgono firme - Petizione di 611 firme protocollata in Provincia
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Sicurezza Sp San Vito-Lanciano, i cittadini raccolgono firme

Petizione di 611 firme protocollata in Provincia

Sono state protocollate a Chieti, al palazzo della Provincia, le firme raccolte dai cittadini residenti nelle contrade Paglieroni, Santa Calcagna e Villa Martelli, zone attraversate dalla S.P. San Vito Chietino – Lanciano, nei Comuni di Treglio, Rocca San Giovanni e Lanciano.

Con la sottoscrizione della petizione, 611 cittadini, assieme ad amministratori e sindaci, chiedono a gran voce all'Ente provinciale la necessità di ripristinare su questo tratto le strisce pedonali, non più visibili a causa del logorio temporale, la necessità di prevedere la realizzazione di semafori e altri segnalatori luminosi, la riduzione del limite di velocità dai 70 km/h ai 50 km/h, l’urgenza di ripristinare il manto stradale che, tra buche e avvallamenti, si trova in gravi condizioni di degrado e, non da ultimo, la necessità di programmare la realizzazione di una rotatoria all'incrocio con la S.C. Novella-Santa Calcagna, nei pressi del centro commerciale Thema Polycenter.

Presenti a Chieti il vice sindaco di Rocca San Giovanni, Giovanni D'Angelo, l'assessore all'Urbanistica, Domenico Martelli, il sindaco di Treglio, Massimiliano Berghella, con il vice sindaco, Orlando Bellisario, il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Francesco Taglieri, con il presidene della Provincia, Mario Pupillo.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi