Di Giuseppantonio: "Il Governo riconosca lo stato d’emergenza per la grandinata di luglio" - Il sindaco di Fossacesia al fianco delle iniziative del presidente Marsilio
 

Di Giuseppantonio: "Il Governo riconosca lo stato d’emergenza per la grandinata di luglio"

Il sindaco di Fossacesia al fianco delle iniziative del presidente Marsilio

“Sosteniamo l’azione promossa dal presidente della Regione, Marco Marsilio, che ha investito del problema il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, governatore dell'Emilia-Romagna, e i presidenti di Marche, Molise e Puglia, per sollecitare un intervento comune nei confronti del Governo perché venga riconosciuto lo stato di emergenza grazie al quale procedere al risarcimento di quanti hanno subìto danni nella violenza distruttiva della grandinata del 10 luglio scorso”.

Lo afferma il segretario Regionale dell’Udc, sindaco di Fossacesia, uno dei centri più colpiti della costa adriatica dall’eccezionale fenomeno naturale.


“Stiamo parlando di danni ad edifici pubblici e privati, alla viabilità, ad aziende agricole, colture, attività turistiche, calcolati per 106 milioni in provincia di Chieti, 114 a Pescara, 1,8 milioni a Teramo, 652 mila euro nella provincia de L'Aquila – ricorda Di Giuseppantonio -. Dare la possibilità ai cittadini e alle nostre aziende di risollevarsi o quantomeno recuperare almeno parte delle spese sostenute per le riparazioni, è doveroso. Senza contare poi che molti comuni hanno dovuto provvedere o dovranno farlo presto, a interventi alle strutture, che richiedono un notevole impegno economico. L’iniziativa del presidente Marsilio quindi ci trova pienamente concordi e siamo convinti che la risposta del Governo potrà e dovrà essere diversa per non abbandonare soprattutto i sindaci. Un invito ai parlamentari eletti in Abruzzo a sostenere la richiesta dei Comuni, della Provincia, delle imprese e di molti cittadini”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi