Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 settembre 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Torino di Sangro   Cronaca 08/10/2019

Autocarro rubato a Milano intercettato e recuperato dalla polizia stradale di Vasto Sud in A14

Denunciato per ricettazione l’uomo alla guida

È stato recuperato della polizia stradale ieri, lungo il tratto abruzzese dell'A14, un autocarro Iveco rubato nella notte a Milano. Gli agenti della sottosezione di Vasto Sud, diretti dal vice questore Fabio Polichetti e coordinati dal comandante, ispettore Luca Di Paolo, erano impegnati in un servizio di pattugliamento in autostrada quando, alle 8 del mattino, "hanno notato transitare  all’altezza del casello di Lanciano un autocarro di nuovissima  immatricolazione che procedeva a velocità sostenuta verso sud.

Insospettiti, si sono messi all’inseguimento dello stesso ed anche con l’ausilio dei sistemi di rilevamento targhe, hanno immediatamente capito che si trattava di un mezzo rubato".

Sono stati quindi allertati anche gli uomini della squadra di polizia giudiziaria della sottosezione di Vasto Sud e, poco dopo, gli agenti sono risusciti a fermare il veicolo rubato e a bloccare il conducente. "Questi, un uomo di 52 anni residente a Rozzano (MI) è stato deferito all’autorità giudiziaria per il reato di ricettazione - spiega una nota del comandante provinciale -.

È stata l’ennesima operazione degli uomini della Polizia Stradale di Vasto Sud come azione contrasto ai furti nazionali ed internazionali di veicoli che, transitando in A14, hanno come destinazione finale i mercati di  della vicina Puglia. Anche in questo caso, l’autocarro rubato a Milano si stava dirigendo a Foggia". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi