Fondi per la videosorveglianza a Torino di Sangro, Di Fonso: "Premiato il nostro impegno"

Il progetto è al 2° posto tra quelli dei Comuni abruzzesi

Nino Di Fonso"In campagna elettorale ci siamo impegnati per la sicurezza nel nostro paese e stiamo mantenendo la promessa fatta". Esprime soddisfazione Nino Di Fonso, sindaco di Torino di Sangro, leggendo la graduatoria del Ministero dell'Interno e della polizia in merito ai contributi per la videosorveglianza previsti dal decreto sicurezza DL 14/2017 [LEGGI]. 

Dei 428 Comuni finanziati in questa prima fase, Torino di Sangro si è classificata al 130° posto, il 2° in Abruzzo dopo Miglianico. Dall'analisi della tabella della graduatoria si evince come nel Comune ci sia un indice di criminalità "molto elevato", ben superiore a quello della provincia di Chieti. Ed è per questo che il progetto per la videosoerveglianza per un importo totale di 56.250 euro, in cui è compresa la quota di finanziamento comunale di 16.875 euro, ha trovato accoglimento nel decreto sicurezza.

"C'è la soddisfazione di aver redatto un progetto curato nei minimi dettagli, presentato nei tempi giusti e quindi finanziato, nei primi 100 giorni del nostro mandato - commenta il sindaco Di Fonso - . Siamo in carica da 5 mesi e siamo riusciti a portare a casa questo risultato che permetterà di dare maggiore sicurezza ai nostri concittadini. Era importante poter accedere a questi fondi". 

Con questo progetto saranno installate 28 telecamere tra paese, lido Le Morge e Borgata Marina. "Non abbiamo lasciato da parte nessuna zona del nostro territorio - aggiunge il primo cittadino -. Ora avviamo la fase esecutiva con i dovuti procedimenti per arrivare in breve alla gara d'appalto e, quindi, all'installazione dell'impianto di videosorveglianza".

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Necrologi

         
         

        Chiudi
        Chiudi