Compra l’auto di una donna in difficoltà con un assegno falso, denunciato un 36enne vastese - I carabinieri hanno recuperato e restituito la vettura alla donna

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Atessa   Cronaca 15/12/2017

Compra l’auto di una donna in difficoltà con un assegno falso, denunciato un 36enne vastese

I carabinieri hanno recuperato e restituito la vettura alla donna

foto di repertorioÈ una vicenda a lieto fine, quella che ha visto la collaborazione tra i carabinieri di Atessa e di Vasto. Lo scorso 6 dicembre una donna di Atessa si è presentata presso la stazione dei carabinieri per denunciare un episodio in cui è rimasta vittima. La donna, ha raccontato ai militari di aver perso la figlia 23enne nel terremoto de L'Aquila e di recente il marito e, presa dallo sconforto e in un momento di "enorme difficoltà personale, aveva deciso di mettere in vendita l’autovettura Mercedes del coniuge defunto su un sito internet".

Era quindi stata "contattata", riferiscono i carabinieri un comunicato stampa, da un uomo che, "approfittando del suo stato di difficoltà, riusciva a circuirla facendosi intestare l’auto appartenuta al marito pagandola con un assegno poi rilevatosi essere falso per un ammontare di 12 mila euro".  

I militari della stazione di Atessa, "particolarmente colpiti dalla vicenda privata e dal dolore mostrato dalla vittima dell’odioso reato, dopo aver raccolto la denuncia, grazie anche alla foto segnaletica mostrata alla stessa, riuscivano ad identificare il truffatore in un 36enne di Vasto, dichiaratosi titolare di una concessionaria di San Salvo.

Le indagini eseguite dagli uomini dell’Arma hanno inoltre consentito di accertare che lo stesso nel passato si era reso protagonista di altre analoghe vicende, acquistando sempre con la stessa tecnica e modalità, pagando con assegni falsi e sempre a ridosso del fine settimana o di giorni festivi, quando gli assegni non potevano essere versati presso gli istituti di credito e accertarne la genuinità".

Il 36enne "è stato così denunciato alla Procura della Repubblica di Vasto con l’accusa di truffa aggravata. L’attività si è conclusa stamane con il ritrovamento del veicolo di cui l’Autorità Giudiziaria aveva concesso ai carabinieri atessani il relativo sequestro. 

Immediata - conclude il comunicato dei carabinieri - è stata la soddisfazione della donna, alla quale è stato riconsegnato il mezzo, e dei carabinieri, felici di averle reso il Natale un po’ meno sconsolato". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi