Incendi, è ancora emergenza: canadair in azione ad Atessa - A fuoco anche la Pineta Dannunziana di Pescara
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Atessa   Cronaca 10/09/2017

Incendi, è ancora emergenza:
canadair in azione ad Atessa

A fuoco anche la Pineta Dannunziana di Pescara

Il canadair in azioneAncora un incendio in Abruzzo. Da questa notte i vigili del fuoco del distaccamento di Casoli e del distaccamento volontari di Gissi, a cui si sono uniti questa mattina i colleghi del distaccamento di Ortona, sono al lavoro nel Bosco di San Paquale ad Atessa, nella zona compresa tra Selvuccia e la circonvallazione di Campo Boario, dove si è sviluppato un esteso incendio.

Le fiamme hanno già divorato diversi ettari di vegetazione. Vista la notevole estensione dell'incendio da questa mattina sono arrivati anche due canadair per supportare le operazioni di spegnimento dei roghi.

Il sindaco di Atessa, Giulio Borrelli, questa mattina ha richiesto l'intervento della Protezione Civile Nazionale per spegnere l'incendio. In via precauzionale è stato chiuso al traffico anche un tratto della circonvallazione. Presenti sul posto al momento diverse squadre di volontari, tra i quali i componenti della protezione civile di Vasto, Arcobaleno di San Salvo e Madonna dell'Assunta di Casalbordino.

Quello di Atessa non è l'unico incendio della notte in un Abruzzo nelle ultime settimane martoriato dai roghi. Infatti ieri sera un altro esteso incendio è divampato nell'area protetta della Riserva Dannunziana di Pescara. Vigili del fuoco e protezione hanno lavorato a lungo per circoscrivere i roghi ed evitare che le fiamme possano estendersi a tutta la pineta pescarese.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi