Truffe online per 6mila euro, carabinieri denunciano 6 persone - Raggiri su internet ai danni di quattro persone di Torino di Sangro
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


8 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Torino di Sangro   Cronaca 27/02/2016

Truffe online per 6mila euro,
carabinieri denunciano 6 persone

Raggiri su internet ai danni di quattro persone di Torino di Sangro

Truffe, 6 denunce dei carabinieriSei persone sono state denunciate alla Procura di Vasto perché ritenute responsabili di truffe online ai danni di quattro persone di Torino di Sangro.

L'indagine - Così ricostruisce i fatti il Comando provinciale dei carabinieri: "I militari di Torino di Sangro, a seguito delle denunce sporte da 2 commercianti del luogo nel mese di novembre dello scorso anno, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vasto S.V e G.G., quest’ultimo di nazionalità rumena, entrambi pregiudicati residenti a Vasto, per truffa in concorso e falsità materiale commessa da privato. I due, dopo aver pattuito presso una cantina l’acquisto di 500 bottiglie di vino, per un importo di mille euro, e presso una ferramenta l’acquisto di utensili per la raccolta delle olive, per un importo di circa 1300euro, saldavano i due conti con assegni circolari risultati completamente contraffatti.

Identificati, inoltre, anche i responsabili di alcune truffe online poste in essere utilizzando il noto sito di annunci Subito.it.

Nello specifico, una delle vittima, piccolo agricoltore di Torino di Sangro, dopo aver preso contatti con un inserzionista che pubblicizzava la vendita di un trattore agricolo, pattuiva la somma di acquisto in 3mila euro, versando  al venditore  una caparra di 2500 euro con bonifici bancari eseguiti in più tranche. Dopo aver ricevuto la somma, però, il venditore, poi risultati essere in realtà due, tali L.V. e C.G., entrambi originari della provincia di Reggio Calabria, spariva senza consegnare la merce.

Infine, analoga attività investigativa consentiva di denunciare alla Procura di Vasto altri due individui originari della provincia di Siracusa, V.C. e P.M., entrambi pregiudicati, che dopo aver pubblicizzato sul predetto sito la vendita di un ecoscandaglio professionale, inducevano la vittima, un giovane di Torino di Sangro, a versare la somma di 650 euro, senza, però, che la merce venisse mai recapitata". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi