Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 febbraio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Capretto sbranato, Natale:
"Stiamo verificando"

Avviate le verifiche per stabilire se l’episodio è imputabile a un lupo

Le orme vicino l'animale sbranatoA seguito del ritrovamento da parte di un allevatore di un capretto sbranato nelle vicinanze della Riserva Naturale Regionale "Lecceta di Torino di Sangro" (qui l'articolo), è giunta la nota del direttore della stessa Riserva, Andrea Rosario Natale, che precisa: "il fenomeno del randagismo ha numeri di gran lunga superiore ai lupi avvistati in Riserva; la presenza del lupo è stata accertata nel numero di due esemplari all'interno della Riserva ed è in atto un monitoraggio per capire l'accidentalità della presenza; non è possibile individuare la presenza del lupo da una semplice "orma" o "traccia" in quanto simile a quella di un cane; solo stamattina ci è stata girata una mail da un assessore comunale contenente le foto dell'animale morto; è stato avvisato il nostro esperto per capire la possibilità della correlazione con la presenza del lupo".

Per Natale, quindi, "prima di affermare che l'attacco sia certamente ascrivibile ad un lupo bisogna avere prove inconfutabili altrimenti si alimentano solo paure. La Riserva è l'Amministrazione hanno avviato un percorso per gestire al meglio la presenza del lupo se confermata stabile coinvolgendo tutti e definendo eventuali azioni e attività che si dovessero rendere necessarie con trasparenza e con la massima condivisione con i residenti".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi