Scattano le ordinanze:chiuso l’ex ponte ferroviario sul fiume Sangro - La decisione dei sindaci di Fossacesia e Torino di Sangro

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Fossacesia   Attualità 28/12/2015

Scattano le ordinanze:chiuso l’ex
ponte ferroviario sul fiume Sangro

La decisione dei sindaci di Fossacesia e Torino di Sangro

Il ponte sul Sangro"A seguito di ulteriori accertamenti tecnici finalizzati a verificare le condizioni di sicurezza in cui versa l’ex ponte ferroviario sul fiume Sangro, i sindaci di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, e di Torino di Sangro, Silvana Priori, hanno deciso, in via precauzionale, di interdire al transito l’ex ponte ferroviario sul Sangro, almeno sino a quando la Provincia di Chieti, attualmente in possesso della struttura a seguito di procedure espropriative con le Ferrovie dello Stato per la realizzazione della pista ciclo-pedonale, non provvederà ad attuare le dovute misure finalizzate alla messa in sicurezza del ponte stesso".

Lo annunciano gli uffici comunali di Fossacesia, relativamente al tratto di strada parallelo alla statale 16. Come spiegato dai sindaci Di Giuseppantonio e Priori, "abbiamo ritenuto opportuno emettere con urgenza l’ordinanza di chiusura del ponte, poiché la situazione in cui attualmente si trova questa struttura non presenta in alcun modo le condizioni di sicurezza dovute".

Nei giorni scorsi gli stessi sindaci avevano chiesto al Prefetto di indire, con urgenza, una riunione fra tutti gli enti preposti per discutere sul da farsi per scongiurare le situazioni di pericolo che potrebbero verificarsi a causa della totale incuria in cui versa la foce del Sangro e, di conseguenza, l’ex ponte ferroviario. "Stiamo parlando di una struttura di prioritaria importanza strategica – spiegano i sindaci dei due comuni confinanti – sulla quale è previsto il passaggio della Via Verde. È necessario agire al più presto, in primo luogo per salvaguardare la sicurezza di tutti e in seconda battuta per proteggere quello che a breve costituirà un tratto di straordinaria bellezza della Via Verde".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi