Suoni Condivisi Biofestival, evento nazionale a Fossacesia - Musicoterapia, artiterapie e benessere bio
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Fossacesia   Eventi 20/06/2014

Suoni Condivisi Biofestival,
evento nazionale a Fossacesia

Musicoterapia, artiterapie e benessere bio

Suoni Condivisi BiofestivalDuecento ragazzi in gara, trenta aziende in esposizione, laboratori, workshop e un convegno per una giornata interamente dedicata all’armonia di corpo e anima. Torna anche quest’anno, arricchito di preziose e importanti novità nel campo del benessere, il Biofestival nazionale Suoni condivisi, giunto ormai alla sua settima edizione. L’evento è organizzato dall’associazione professionale Valore Condiviso con il patrocinio del comune di Fossacesia e si svolgerà sabato 21 giugno 2014 a partire dalle 10 a San Giovanni in Venere.

La giornata si compone di numerosi appuntamenti per concludersi, alle 20,30 davanti l’abbazia di San Giovanni in Venere, con l’evento nazionale sulla Musicoterapia e Artiterapie, un vero e proprio Sanremo per diversamente abili dove ragazzi provenienti da tutta Italia si sfideranno in una competizione canora molto coinvolgente ed emozionante. Il Festival, di rilevanza nazionale e cresciuto esponenzialmente anno dopo anno in pubblico e partecipanti, è indirizzato ai Centri Diurni e di aggregazione sociale di tutto il territorio italiano e coinvolge sia persone diversamente abili, sia persone normodotate.

Parteciperanno anche alcune scuole del territorio frentano attraverso delle performance musicali che verranno realizzate insieme ai ragazzi diversamente abili. Una giuria composta da personaggi nel campo della cultura, della musica e delle arti, di cui è presidente il compositore e musicista Remo Vinciguerra, assegnerà dei premi di merito e un premio in denaro per il 1° classificato.

“La musicoterapia – spiega Consiglio Sciascio, presidente dell’associazione Valore condiviso e ideatore del Festival – è in modo generico un insieme di tecniche indirizzate ad utilizzare la musica a scopi terapeutici ed ha come obiettivo restaurare, mantenere e migliorare il benessere fisico, emozionale, sociale, cognitivo e psicologico di un individuo. Attraverso la musica, il corpo e l’arte è possibile dunque non solo esprimersi, ma anche migliorare le proprie facoltà emotive, sociali e cognitive, tutti aspetti legati ad un benessere generale del proprio corpo”.

Il Festival quest’anno si arricchisce di un connubio importante, quello con la medicina naturale, il benessere e la cultura del biologico. Dalle 10, nel Parco dei Priori di Fossacesia, è di scena la Fiera Biofestival, prima del genere in Abruzzo, che ospita oltre 30 aziende tra produttori, imprese locali e Gas (gruppi di acquisto solidale), provenienti anche da fuori Regione. La Fiera è interamente dedicata al “benessere”, inteso come un concetto dinamico, non statico, che riguarda la persona nella sua totalità e in relazione al suo ambiente naturale, alle sue abitudini e stile di vita, all’alimentazione e alle produzioni naturali.

Il filo conduttore dell’evento è la consapevolezza che ognuno di noi è attore protagonista nella gestione della propria Salute, laddove la Salute oltre ad essere un diritto, è un dovere nei confronti di noi stessi, dei nostri familiari, dei nostri figli, della società e dell’Universo che ci ospita.

Per favorire e mantenere uno stile di vita sano, è necessario dunque conoscere il proprio corpo, essere consapevoli di ciò che si mangia e prendersene cura. Di qui una serie di appuntamenti come il convegno “Educare alla salute”, di cui è relatore il dottor Riccardo Nicotella, specializzato in Scienze del comportamento e della salute. La partecipazione è gratuita (dalle 11 alle 13 nel Parco dei Priori a S.Giovanni in Venere a Fossacesia).

L’incontro è dedicato all’alimentazione e all’emozione e a come disintossicarsi dalle intolleranze alimentari e da emozioni come rabbia, senso di colpa, paura e tristezza. Ancora, ci saranno laboratori e workshop a cura di esperti e operatori specializzati su massaggi sonori, cura del corpo, trattamenti shiaztu, bodyopercussion, autoconoscenza, gioco come strumento di consapevolezza e integrazione e ritmi tribali.

“Abbiamo lavorato molto a quest’edizione del Biofestival Suoni Condivisi – conclude Sciascio – e ne è nata una giornata piena di stimoli, emozioni, novità. Sono molto soddisfatto anche per la prima Fiera del benessere in Abruzzo, un appuntamento che ripeteremo anche in futuro”.

Clicca qui per leggere il programma.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi