Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 febbraio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Pizzoferrato   Cronaca 17/03/2014

Lupa uccisa a colpi di carabina,
il sindaco: "Atto di barbarie"

L’episodio avvenuto nei boschi di Pizzoferrato

La lupa uccisa Ancora una volta la barbarie dei bracconieri ha avuto la meglio. Un bellissimo esemplare femmina di Lupo Appenninico, di 4-5 anni, è stato ucciso a colpi di carabina tra i monti di Pizzoferrato. La lupa è stata trovata da tre ragazzi di Pizzoferrato - Jacopo Di Matteo, Federica Di Sciullo, Mattia Pasquarelli - che stavano facendo un’escursione a cavallo. Hanno visto l’animale privo di vita sull’erba e hanno avvertito il sindaco Palmerino Fagnilli, che a sua volta ha allertato il corpo forestale dello Stato.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della forestale di Pizzoferrato e del CTA (Coordinamento territorio Ambiente del Parco Nazionale della Majella) e del Comando stazione di Villa Santa Maria. Dalle prime analisi l’animale, un esemplare femmina di Lupo Appenninico, di 4-5 anni,  prima di finire nel mirino dei bracconieri, era in ottime condizioni di salute e probabilmente era anche incinta: ma questo sarà accertato dalle analisi che saranno eseguite all’Istituto Zooprofilattico di Lanciano, dove la carcassa è stata portata. L’animale presenta diversi fori da proiettile, tra cui uno in fronte. La morte risale a 2-3 giorni fa. 

“Un atto di barbarie - commenta il sindaco Fagnilli, che ha accompagnato le guardie forestali sul luogo del ritrovamento -, assolutamente  da stigmatizzare. Invece di tutelare il territorio, con le sue biodiversità, c’è chi fa di tutto per distruggerlo, in ogni maniera”. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi