CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 febbraio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Pizzoferrato   Cronaca 14/02/2014

Fagnilli: "Lo Stato ci abbandona.
Meno servizi? Allora meno tasse"

Un deciso no alla chiusura della caserma dei carabinieri

Palmerino FagnilliLa barbara aggressione subita da Claudio De Iuliis è avvenuta proprio nei giorni in cui si accende la protesta del Comune di Pizzoferrato per la chiusura della caserma dei carabinieri, che copre anche il territorio di Gamberale. Il sindaco Palmerino Fagnilli non ci sta e dice: "Il paese abbandonato dallo Stato che sta togliendo tutti i servizi, con la scusa della crisi. Niente servizi? Allora invochiamo l’applicazione della Legge sulla montagna, che prevede meno tasse". 

Il primo cittadino ha partecipato a Chieti alla riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica a cui erano presenti, oltre al prefetto Fulvio Rocco De Marinis, anche i comandanti provinciali dei Carabinieri, di Finanza a Forestale. All’ordine del giorno, appunto, il "ripiegamento della caserma dei carabinieri di Pizzoferrato al comune di Quadri". 

"E’ stata una discussione aspra - dice Fagnilli -, in cui ho fatto presente, senza mezzi termini, che lo Stato sta abbandonando completamente il territorio montano, con la scusa della crisi. Da noi sono stati tagliati tutti i servizi possibili, a cominciare da quelli sanitari. I cittadini non hanno più alcuna tutela: resta solo il Comune, con le poche risorse a disposizione, a sostenerli. Adesso si vuole togliere anche la caserma. Allora, se così dev’essere, chiediamo l’applicazione della Legge sulla montagna, che prevede, tra l’altro, per le zone svantaggiate, un regime fiscale agevolato. Meno servizi? Allora meno tasse. La montagna è un valore e una opportunità di sviluppo per tutto il Paese, non un problema. I nostri paesi, svuotati di tutto, presentano soltanto desolazione. Ora si vuole togliere anche la sicurezza". 

No alla chiusura della caserma, dunque. "Anche alla luce dell’aumento dei furti sia a Pizzoferrato che a Gamberale e alla luce dell’episodio di violenza che si è consumato in paese la notte dell’11 febbraio scorso quando un commerciante, Claudio De Iuliis, è stato pestato dai ladri che ha cercato di bloccare, dopo che negli ultimi mesi,  la sua famiglia è stata vittima di diversi furti, consumati e tentati". Alla fine dell’incontro il prefetto ha avanzato l’ipotesi che la caserma potrebbe restare se i Comuni di Pizzoferrato e Gamberale si accolleranno le spese di mantenimento e troveranno, nelle prossime settimane,  a costo zero, una sede in cui ospitare i militari. "E’ un’ipotesi  di soluzione - dice Fagnilli -, che allo Stato potrebbe comunque non piacere. Però ci proveremo”" Della questione si tornerà a parlare agli inizi di marzo in una nuova riunione del Comitato. 

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi