Una "piccola" stazione di Fossacesia degli anni’70 nel Museo di Montesilvano - Plastico della stazione della Costa dei Trabocchi nel Museo del Treno
 

Una "piccola" stazione di Fossacesia degli anni’70 nel Museo di Montesilvano

Plastico della stazione della Costa dei Trabocchi nel Museo del Treno

Ci sono voluti ben 4 anni di lavoro per realizzarlo, ma il risultato è davvero stupefacente. Ne è rimasto favorevolmente colpito lo stesso sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, che ieri ha preso parte a Montesilvano, all’inaugurazione della nuova tettoia ‘La Piccola’, ricostruita a distanza di 75 anni dalla sua distruzione, avvenuta in seguito ad un bombardamento delle forze alleate nel 1943 e che andrà ora ad arricchire il Museo del Treno, nella stazione di Montesilvano. E proprio nel Museo, troverà posto il plastico, “La ferrovia della Costa dei Trabocchi”, realizzato dall’Ing. Antonello Lato e dall’Ing. Carlo Borra, che rappresenta “un unicum nel suo genere – come afferma il sindaco Di Giuseppantonio -. L’opera, infatti, è stata allestita per la prima volta in Italia in un vagone postale delle ferrovie risalente al 1952, e riproduce in scala la stazione di Fossacesia e com’era la nostra Costa negli anni 1970-80. In esso sono presenti i trabocchi, il vecchio tracciato ferroviario della linea Adriatica, com’era la Strada Statale 16 e altri particolari di quel periodo. Una ricostruzione fedele, importante soprattutto per i giovani, che avranno modo di scoprire com’erano i luoghi in cui oggi vivono ma anche i progressi che nel frattempo sono stati fatti per conservare il loro territorio”.

Il plastico è ora parte integrante delle testimonianze custodite nello spazio espositivo di Montesilvano, e potrà essere ammirato dagli appassionati e dalle scolaresche, che in numero sempre crescente, lo visitano. Aperto al pubblico nel 2002, il Museo è infatti divenuto un punto di riferimento culturale e storico per l’Abruzzo e ha suscitato l’interesse di ferromodellisti e di molti visitatori.

“La scelta di riprodurre in scala Fossacesia e quello che un tempo era il suo scalo ferroviario non è stato casuale: è un riconoscimento all’impegno che da anni mettiamo per la nostra Costa – ha aggiunto il sindaco Di Giuseppantonio – e che ci viene riconosciuto da più parti. Non posso che ringraziare per questo gli autori, l’Ing. Antonello Lato e l’Ing. Carlo Borra. Il loro lavoro è stato minuzioso, preciso, frutto anche di una ricerca negli archivi delle Ferrovie dello Stato per studiare le foto dell’epoca. Per il loro impegno l’Amministrazione comunale li ha voluti premiare con due targhe nelle quali è stata sottolineata ‘l’ammirazione e la gratitudine per la magnifica ed assolutamente realistica riproduzione’. Ieri è stata anche l’occasione per ribadire che il nostro impegno per lo sviluppo della Costa dei Trabocchi, prosegue – ha annunciato Di Giuseppantonio – Proseguiamo a portare avanti il progetto per il recupero delle ex stazioni presenti sull’ex tracciato dell’Adriatica, da destinare a luoghi espositivi per i prodotti agroalimentari del territorio e delle zone interne”.  

La cerimonia di ieri, durante la quale è stata inaugurata la nuova tettoia ‘La Piccola’ e coordinata da Renzo Gallerati, responsabile relazioni esterne Acaf, Associazione Culturale Amatori Ferrovie, hanno partecipato, il sindaco di Montesilvano, Francesco Maragno, Paola Damiani e Nicola Mattoscio della Fondazione PescarAbruzzo, che ha finanziato la realizzazione della tettoia, Antonio Schiavone e Antonella Lato di ACAF, Luigi Cantamessa della Fondazione FS Italiane, Luciano Monticelli per la Regione Abruzzo.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi