Vertenza Honeywell, Melilla: "Bene l’accordo al Mise, ma non basta" - "Bisogna pensare anche ai cento lavoratori dell’indotto che hanno perso il lavoro"

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Atessa   Attualità 17/02

Vertenza Honeywell, Melilla: "Bene l’accordo al Mise, ma non basta"

"Bisogna pensare anche ai cento lavoratori dell’indotto che hanno perso il lavoro"

“L'accordo siglato a Roma al Mise [LEGGI QUI] per la vertenza Honeywell apre nuove prospettive per la reindustrializzazione del sito di Atessa. La messa a disposizione gratuita del sito a possibili investitori può consentire l'avvio di una nuova azienda che potrebbe consentire il riassorbimento di una parte dei lavoratori”. A dirlo è Gianni Melilla, deputato abruzzese MdP che sottolinea come la Regione Abruzzo stia svolgendo un ruolo prezioso per individuare le imprese che vogliono investire ad Atessa.

Melilla ritiene buoni i risultati del prolungamento degli ammortizzatori sociali per i 400 lavoratori e gli incentivi agli esodi volontari. “Naturalmente bisogna pensare anche ai cento lavoratori dell'indotto Honeywell che hanno perso il lavoro. - prosegue - È comunque inaccettabile che una multinazionale come la Honeywell chiuda una sua fabbrica in Italia e investa in Slovacchia per le stesse produzioni e per di più ricevendo aiuti da quello Stato che l'Unione Europea finanzia, anche con i nostri soldi [LEGGI QUI]”.

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi