Rapina-shock a Torino di Sangro: pistola alla tempia della direttrice e inseguimento in centro - Bottino abbandonato, carabinieri rinunciano per tutelare bambini

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Rapina-shock a Torino di Sangro: pistola alla tempia della direttrice e inseguimento in centro

Bottino abbandonato, carabinieri rinunciano per tutelare bambini

L'ufficio postale di Torino di SangroUno shock che non dimenticherà facilmente. La direttrice dell'ufficio postale di Torino di Sangro, questa mattina, all'orario di apertura si è trovata davanti due rapinatori che l'attendevano in auto. Uno dei due è sceso e le ha puntato una pistola alla tempia facendosi aprire i locali e la cassaforte.  

Una volta dentro, ha preso più denaro possibile per poi darsi alla fuga con il complice in auto. Decisive, nel momento dell'ingresso nell'ufficio, la lucidità e la prontezza dei riflessi della direttrice che, nonostante il comprensibile shock per l'aggressione subita, è riuscita ad azionare l'allarme collegato con la caserma dei carabinieri.

I militari, agli ordini del maresciallo Michele Cefaratti, hanno così raggiunto l'ufficio postale. I ladri, vistosi scoperti, si sono dati alla fuga abbandonando il bottino. I carabinieri hanno esploso anche alcuni colpi d'arma da fuoco in aria per indurre i rapinatori a fermarsi, ma questi hanno imboccato il corso principale del paese. 

In quel momento sui marciapiedi dell'arteria viaria più importante di Torino di Sangro erano presenti numerosi bambini in attesa dello scuolabus. Per proteggere l'incolumità dei piccoli, i militari non hanno rischiato manovre azzardate per fermare i malviventi che sono riusciti così a far perdere le proprie tracce. 

Il sindaco Silvana Piori esprime a zonalocale.it "la vicinanza e la solidarietà alla direttrice dell'ufficio postale che nonostante lo shock è riuscita ad avvisare le forze dell'ordine sventando la rapina e un ringraziamento ai carabinieri prontamente intervenuti e attenti a preservare l'incolumità dei bambini".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi