Cobas proclama lo sciopero: "Alla Fca basta straordinari di sabato e domenica" - Protesta nel fine settimana nello stabilimento della Val di Sangro

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Atessa   Attualità 20/10

Cobas proclama lo sciopero: "Alla Fca basta straordinari di sabato e domenica"

Protesta nel fine settimana nello stabilimento della Val di Sangro

"Gli straordinari al sabato e alla domenica alla Fca Italy di Atessa sono diventati ormai ordinari, anzi, strutturali. E non basta: sulle linee siamo sempre di meno e lavoriamo sempre di più", protestano i Cobas.

"Con queste parole - si legge in un comunicato di Cobas Fca Atessa e Cobas lavoro privato Chieti - abbiamo indetto lo sciopero per due sabati e una domenica di ottobre 2017 e intendiamo continuare a farlo".

"Non ce la facciamo più, a tutto c’è un limite, e quel limite ad Atessa è stato da tempo superato. Per questo abbiamo deciso di iniziare a difendere i nostri spazi di vita, almeno in parte, e di astenerci dalle prossime chiamate straordinarie, cominciando a riprenderci le domeniche. Il Cobas dichiara pertanto lo sciopero per l’intero turno di mattina, con inizio alle ore 6 di sabato 21 e 28 ottobre; per l’intero turno notturno, con inizio alle ore 22 di domenica 22 ottobre.

Lo sciopero è indetto contro la politica aziendale di utilizzo sfrenato degli straordinari; per l’aumento della occupazione e contro la riduzione dei posti di lavoro sulle linee", spiegano i Cobas, che chiedono nuove assunzioni e si schierano "contro la pratica FCA di mettere in cassa integrazione interi stabilimenti anche per anni mentre altrove - come da noi - si deve andare a manetta.

Facciamo anche noi la nostra parte in questo stabilimento e utilizziamo lo sciopero per riprenderci i nostri spazi di vita e per dire che non siamo e non vogliamo essere un appendice delle macchine su cui lavoriamo.

La nostra salute, la qualità del nostro lavoro, la nostra stessa dignità non possono essere derisi e soverchiati dalle pretese aziendali di essere sempre e comunque a disposizione". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi