Fossacesia, 500 chili di spazzatura sulla strada di San Giovanni in Venere - Volontari al lavoro per la terza giornata di "Puliamo Fossacesia"

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Fossacesia   Ambiente 10/10

Fossacesia, 500 chili di spazzatura sulla strada di San Giovanni in Venere

Volontari al lavoro per la terza giornata di "Puliamo Fossacesia"

“La strada provinciale che dall’Abbazia di San Giovanni in Venere porta al mare è in condizioni pietose per la quantità di spazzatura presente. – esordisce così il sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio il giorno dopo la terza giornata di “Puliamo Fossacesia”, l’iniziativa promossa ed organizzata dal gruppo facebook Striscia Fossacesia, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e la Ecolan – E’ vergognoso ciò che abbiamo trovato e lo è ancora di più per il fatto che tutta la spazzatura era collocata lungo la strada provinciale panoramica che da San Giovanni in Venere porta sino al mare, che invece dovrebbe essere custodita e preservata al pari dello splendido monumento benedettino”.

Per la terza giornata di Puliamo Fossacesia i volontari infatti hanno individuato come zona da pulire tutto il viale di San Giovanni in Venere, l’intera area monumentale dell’Abbazia, compreso il belvedere e la strada provinciale panoramica che porta sino al mare, dove appunto sono stati trovati mucchi di vetri, sedie rotte, pneumatici, cerchioni, barattoli di vernice ed ogni altro genere di rifiuto indifferenziato, di cui molti ingombranti, per un totale di circa 500 kg di spazzatura. “L’abbandono dei rifiuti è un reato – ricorda il consigliere delegato alla Viabilità, Danilo Petragnani – e lo è ancora di più eticamente parlando se viene effettuato in una zona di straordinaria bellezza com’è quella di tutta l’area di San Giovanni in Venere”. L’Amministrazione comunale di Fossacesia da tempo ha denunciato il diffondersi di questo fenomeno sul territorio, scrivendo addirittura al Prefetto affinché venga convocata una riunione al più presto per prendere provvedimenti urgenti contro il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.

“E’ fondamentale assumere decisioni per contrastare questo fenomeno – prosegue Raffaele Di Nardo, assessore all’ambiente – poiché incide notevolmente sulle casse comunali e di conseguenza sulle tasche dei cittadini, oltre che sul decoro del territorio. Siamo sempre lì: parliamo di turismo e valorizzazione e poi ci troviamo di fronte a situazioni come queste dove le strade, in particolare purtroppo le provinciali, sono in totale stato di abbandono, con sterpaglie ovunque, divenendo, di conseguenza, rifugio per gli scellerati che abbandonano i rifiuti”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi