5 chef, un tavolo da 130 metri per la Gran Tavolata di Venere - Nella notte di San Lorenzo ai piedi dell’Abbazia di San Giovanni in Venere

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Fossacesia   Eventi 31/07

5 chef, un tavolo da 130 metri per
la Gran Tavolata di Venere

Nella notte di San Lorenzo ai piedi dell’Abbazia di San Giovanni in Venere

Gli chef con Maria Amato, Enrico Di Giuseppantonio e Raimondo Pascale Sarà lo splendido scenario dell’Abbazia di San Giovanni in Venere, affacciata sull’altrettanto splendida Costa dei Trabocchi, ad ospitare la Gran Tavolata di Venere 2017, l’evento enogastronomico è promosso per il prossimo 10 agosto dalla condotta Slow Food di Lanciano con i soci del Vastese, alcuni operatori della produzione agroalimentrare delle Terre del Sangro Aventino in collaborazione con Amministrazione comunale di Fossacesia.

Uno sforzo produttivo notevole, affrontato con sacrificio e passione da un manipolo di concreti visionari, che sulla scia del successo della edizione della Gran Tavolata sul Molo dei Trabocchi di Vasto offrirà ad un massimo di 450 commensali, tutti comodamente riuniti attorno ad un unico tavolo lungo ben 130 metri, allestito con la stessa cura di una sala ristorante, la possibilità di godere di una gustosa serata di cucina del mare nostrum.

La Gran Tavolata di Venere 2017 prenderà il via al tramonto di giovedì 10 agosto con un brindisi di benvenuto con bollicine e finger food. La realizzazione dei menù sarà affidata ad una straordinaria brigata di chef e gourmet, annoverati tra i principali rappresentanti della ristorazione del territorio della Costa dei Trabocchi, come Cinzia Mancini, Nicolino Di Renzo, Italo Ferri, Marco Marrone e Jean Pierre Soria.

“Vedere tutte queste sinergie all'opera: sarà il gusto vero dell’evento. - commenta Raimondo Pascale, Slow Food Lanciano/Vasto -  Con questa iniziativa di bellezza intendiamo interconnettere un posto strategico come l’Abbazia di San Giovanni in Venere come baricentro delle terre della Costa dei Trabocchi, con le bellezze naturali e le prelibatezze enogastronomiche che la circondano, spesso vissute come entità separate. L’evento proposto è da annoverarsi tra le attività relative alle strategie di marketing e comunicazione adottate da chi vuole promuovere e valorizzare le terre della Costa dei Trabocchi.: - prosegue - L’intento è quello di dimostrare come il mettere insieme sviluppo sostenibile, turismo ed enogastronomia non solo è possibile, ma assolutamente auspicabile, massimizzando l’impatto dei servizi che producono una ricaduta sull’intero territorio, a beneficio di tutta la comunità”.

Soddisfazione anche da Maria Amato, socia Slow Food e dal sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio. Per il futuro gli organizzatori auspicano la creazione del brand “Gran Tavolata” in una sorta di vetrina itinerante per tutto il comprensorio Sangro Aventino e della Costa dei Trabocchi.

E’ possibile prenotarsi inviando una mail a slowfoodvastese@libero.it, la quota di partecipazione è di 45 euro.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi