Torino di Sangro, autovelox illegittimo sulla SP San Tommaso - Il giudice annulla la multa e dà torto al Comune

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 

Torino di Sangro, autovelox
illegittimo sulla SP San Tommaso

Il giudice annulla la multa e dà torto al Comune

“Non vi è prova sufficiente della legittimità del presupposto fondamentale ad imporre l’obbligo di andatura entro i 70 km/h e non è stato fornito idoneo supporto probatorio circa la sussistenza di una valida ordinanza che imponga questo limite di velocità nel tratto stradale in oggetto”. Così il giudice di pace di Casalbordino Alessandra Notaro ha accolto il ricorso di un automobilista multato sulla SP 126 San Tommaso, in territorio di Torino di Sangro direzione mare, da un autovelox mobile ed ha annullato la sanzione di 56 euro elevata a suo carico.

Il ricorso, presentato dal dott. Rocky Mariano, contestava la sanzione a causa di un’imposizione del limite di velocità di 70 km/h a fronte dei 90 km/h previsti dalla legge. Per imporre questo nuovo limite sarebbe stata necessaria un’autorizzazione da parte della Provincia di Chieti che però, dal 2015 ad oggi, non risulta esistere.

“Non risulta provato - si legge nella sentenza - che alla data del 14 ottobre 2015 (giorno in cui è stata contestata l’infrazione, ndr), nel tratto indicato, vi fosse una limitazione della velocità di 70 km/h, cosicché sussistono forti dubbi in ordine alla sussistenza dell’illecito contestato che suggeriscono l’annullamento del verbale”.

Per ora la multa annullata per l’illegittimità di quell’autovelox è solo una ma di sicuro la sentenza del giudice Notaro è destinata a fare da apripista per nuovi eventuali ricorsi.

di Martina Luciani (m.luciani@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi