"Costretto a urinarsi addosso": un’ora di sciopero alla Sevel - Usb Sevel denuncia: "Negato a un lavoratore il permesso di recarsi in bagno"

Segui Zonalocale Lanciano su Facebook

 
Atessa   Attualità 08/02

"Costretto a urinarsi addosso":
un’ora di sciopero alla Sevel

Usb Sevel denuncia: "Negato a un lavoratore il permesso di recarsi in bagno"

Immagine di repertorioNon solo buone notizie dalla Sevel. Dopo l'annuncio dei bonus retributivi [LEGGI QUI], arriva infatti una denuncia da parte della Rsa Usb Sevel: "Nella giornata lavorativa odierna (ieri, ndr), alla Ute 1, montaggio turno B, si è verificato un episodio che varca ogni limite della decenza e del rispetto nei confronti di un lavoratore. Dopo aver più volte richiesto di potersi recare in bagno per urgenti bisogni fisiologici, e dopo che le stesse sono rimaste inascoltate, il lavoratore si è visto costretto ad urinarsi addosso".

"Riteniamo l’accaduto - scrivono dall'Usb - un fatto gravissimo che lede la dignità del lavoratore vittima dell’episodio e quella di tutti i lavoratori in generale. Episodi in cui le richieste di andare in bagno vengono negate o ritardate, poiché la produzione viene prima di ogni altra esigenza, si ripetono più spesso di quanto si possa immaginare. Esprimiamo la nostra solidarietà al lavoratore e pretendiamo che situazioni simili non si ripetano mai più".

Da qui la decisione di ieri: "L'Usb dichiara un’ora di sciopero alla Ute 1, montaggio turno B, dalle ore 20,00 alle ore 21,00".

L'azienda sta verificando i dettagli dell'accaduto.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi